Cerca
  • cinticardio

Farmaci e integratori per il colesterolo: facciamo chiarezza

Il colesterolo cattivo (LDL) e' un elemento potenzialmente pericoloso quando supera determinati valori perche' contribuisce alla formazione e all'aumento delle placche nelle arterie.

Il farmaco piu' efficace nel ridurre le LDL e' la statina che blocca la produzione a livello del fegato. Alcuni pazienti, molto pochi a dire il vero, non tollerano la statina per la comparsa di dolori muscolari diffusi, l'aumento delle CPK o delle transaminasi.

Fortunatamente da alcuni anni possiamo utilizzare anche un'altra molecola che si chiama ezetimibe che blocca l'assorbimento del colesterolo a livello intestinale e che generalmente e' molto ben tollerata.

Nei pazienti con colesterolo alto, solo in prevenzione primaria (cioe' se un paziente non ha mai avuto infarti, ictus o evidenza di placche vascolari), e' possibile utilizzare integratori naturali per ridurne i livelli. Il piu' comune e' la monacolina K, ottenuta dal riso rosso fermentato, che si comporta come una statina a basso dosaggio. I miei consigli:

- prima di assumerla chiedete prima un parere del vostro Medico Curante o del Cardiologo

- fatevi consigliare, dal Medico che vi valuta, un prodotto SICURO perche' spesso i prodotti che vendono su internet non lo sono (se la fermentazione e' eseguita male si sviluppa una molecola tossica per i reni, inoltre potreste comprare compresse che non contengono utte la stessa quantita' di monacolina)

- per il motivo spiegato sopra, diffidate da prodotti che costano meno di 20 euro a scatola perche' probabilmente non sono sicuri (ovvio che se trovate un'offerta per un prodotto che gia' assumete non vi dovete preoccupare)


10 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti